POLLINI - Broussonetia papyrifera (L.) Vent. - GELSO DA CARTA

GELSO DA CARTA
Broussonetia papyrifera (L.) Vent. – Moraceae

E’ una pianta dioica (con strutture riproduttive maschili e femminili  su esemplari  diversi) originaria della Cina e Giappone, dove ne veniva utilizzata la scorza per la produzione della carta, da cui il nome. Fu introdotta in Europa verso il 1750.  E’ una pianta sia a portamento arboreo che arbustivo. Può diventare infestante per la sua tendenza ad emettere numerosi  polloni.

INTERNET_-_01_-_NUMEROSI_ESEMPLARI_DSCN0609

E’ una pianta molto rustica e poco esigente tollerando qualsiasi substrato, condizioni di siccità, esposizioni scarsamente luminose, e freddi intensi. Per queste sue proprietà viene utilizzata per stabilizzare terreni franosi (es. scarpate) o per colonizzare aree difficili. Personalmente ho riscontrato numerosi esemplari maschili a ridosso dei canali di irrigazione (immagine 1) e alcuni esemplari femminili a ridosso della recinzione di un vecchio giardino botanico.

INTERNET_-_02_-_FOGLIE_-_DSCN9962

Le foglie sono caduche, di forma ovoidale con apice appuntito; possono essere intere o lobate (con 3 o 5 lobi profondi) e con margine finemente seghettato o dentato; sono picciolate, larghe e lunghe anche fino a 15-20 centimetri, di color verde (immagine 2) o verde-grigiastro (vedi anche immagine 1), coriacee e ruvide per una forte tomentosità, specie nella pagina inferiore. L’inserzione delle foglie sui rami è alterna.

  

INTERNET_-_FIORI_-DSCN0067

(Foto 3) – I fiori sono riuniti in infiorescenze. Le infiorescenze femminili si presentano come formazioni globose, come piccoli capolini di 1-2 centimetri di diametro, a sfumature rosate  o rossastre (VEDI IMMAGINE), sormontate dagli stili che conferiscono loro un aspetto peloso o capelluto.

INTERNET_-_03-_MASCHILI_-_DSCN9964

(Le infiorescenze maschili  (immagine 4) si presentano come amenti verdi-giallastri, cilindrici, affusolati lunghi anche 6-8 centimetri

INTERNET_-05_-_FRUTTI_NELLE_VARIE_FASI_DAL_VERDE_AL_ROSA_AL_ROSSO_ARANCIO_-_DSCN0325.

  I frutti prodotti sono tondeggianti, dapprima verdi  e poi a maturazione appaiono di color rosso-arancio (immagine 5)

 

 

POLLINE
Presenza del polline :  APRILE-MAGGIO/GIUGNO

Allergenicità del polline: MODESTA
Si deve sottolineare che la casistica europea finora è assai limitata.  Tuttavia dove cresce rigogliosa (nel Sud-Est dell’Asia) induce importanti reazioni allergiche.

Descrizione : Granulo da suboblato (=leggermente schiacciato ai poli) a sferoidale, isopolare (= non vi sono differenze tra la faccia distale e quella prossimale), biporato o triporato (=con 2 o tre pori)(=aperture circolari) con evidente annulus (=ispessimento ad anello dell’esina attorno al poro).
Esina (=strato esterno della parete pollinica)  sottile e scabrata (=con processi inferiori ad 1 micron in altezza). Dimensioni di 15-20 micron.
 

PRINCIPALI  ALLERGENI  IDENTIFICATI (da www.allergome.org)
Nessuno finora identificato.

 

Principali fonti documentali generali in Cultura Allergologica

Fonti documentali specifiche

Zanforlin M, Zanforlin A. Broussonetia papyrifera: una nuova fonte allergenica in Europa. Not Allergol 2005;24:81-83

Zanforlin M, Incorvaia C. A case of pollinosis to Broussonetia papyrifera. Allergy 2004;59:1136-1137