POLLINI - Tilia platyphyllos Scop. o Tilia europaea L. - TIGLIO NOSTRANO

TIGLIO NOSTRANO

Tilia platyphyllos Scop. o Tilia europaea L. – Tiliaceae

Pianta a  foglie caduche, portamento arboreo, raramente arbustivo. In genere non supera i 20 metri di altezza. Poco comune allo stato spontaneo.

 

internet_-_TIGLIO_-_01

Fase iniziale della formazione della infiorescenza.

 

internet_-_TIGLIO_-_02

Fiore ermafrodito (con organi sia femminili che maschili) di colore giallo chiaro vicino ad un frutto che evidenzia alcune marcate costolature (come delle sporgenze lineari). In genere ogni infiorescenza, pendente e ramificata, è costituita da 2 a 5 di questi fiori ermafroditi. L’infiorescenza è provvista di una brattea membranosa (ala) lunga 8 cm estesa fino quasi all’attaccatura del peduncolo.

 

internet_-_TIGLIO_-_03

Frutti pendenti tra le foglie. La lamina fogliare è cuoriforme con margine finemente seghettato e apice mucronato (brevemente appuntito). La pagina superiore è di un colore verde intenso. Quella inferiore è verde-grigiastro e un po’ pubescente.

 

POLLINE
Presenza del polline :  GIUGNO - AGOSTO

Allergenicità del polline: LIEVE

Descrizione : Granulo isopolare (=non vi sono differenze tra la faccia distale e quella prossimale), prevalentemente oblato (= schiacciato ai poli), tricolporato (=provvisto di tre aperture composte cioè da solchi + pori). I pori sono piccoli, infossati all’interno di solci brevi. Esina (=strato esterno della parete pollinica) spessa con superficie reticolata-foveata (reticolata = con elementi in rilievo che realizzano strutture a forma di rete; foveata = con perforazioni date da fori maggiore di micron); si invagina e si ispessisce in corrispondenza dei solchi.
Dimensioni medio-piccole, medie (diametro maggiore 30-35 micron)

 

PRINCIPALI ALLERGENI IDENTIFICATI (da www.allergome.org)
Nessun allergene è stato  finora caratterizzato.


Principali fonti documentali generali in Cultura Allergologica