FRUTTI A GUSCIO - NOCE DI COCCO - ALLERGIA ALLA NOCE DI COCCO

LA NOCE DI COCCO

COCONUT - NOIX DE COCO

 

La noce di cocco rappresenta il frutto della Palma da cocco (Cocos nucifera L.), pianta arborea appartenente alla famiglia delle Arecaceae, originaria dell'arcipelago indonesiano ed attualmente coltivata in tutti i paesi tropicali, oltre che dell'Asia (India, Ceylon e Thailandia) anche dell'America centrale e meridionale (Messico e Brasile) e dell'Africa (Mozambico, Tanzania e Ghana).


INTERNET_palma_da_cocco_-_gruppi_di_noci_in_maturazione_-_da_wiki__copia

  

Questi frutti, noce di cocco, sono drupe, e sono raccolti in grappolo di solito 5-6 di numero, ogni grappolo è costituito da circa 10-12 noci.
Sulla pianta la noce di cocco è avvolto da un viluppo fibroso (il pericarpo) spesso 5-15 cm ( da cui si ricavano cordami, stuoie, spazzole, panieri, ecc.), sotto il quale si trova un sottile guscio marrone molto duro, cui aderisce la polpa (noce).  Al centro del frutto una cavità raccoglie un liquido lattiginoso e dolciastro definito acqua di cocco ( da non confondere con il latte di cocco) . Questo liquido è l’albume che si trasformerà con il processo di maturazione in una polpa color bianco avorio, che viene utilizzata prevalentemente essiccata, chiamata copra.

La noce di cocco è grande come una testa di un uomo e ha un peso di 1-2 kg.

 

 

 

 

INTERNET_palma_da_cocco_-_noci_di_cocco_pronte_-_da_agraria_copia

 

DALLA NOCE DI COCCO SI RICAVANO

 

L’ACQUA DI COCCO
L’acqua di cocco è rappresentato da un liquido bianco opalino zuccherino che si ricava dalla noce di cocco verde e può contenerne fino a mezzo litro. Le vengono attribuite varie proprietà salutistiche, specie per lo sport.

 

LA POLPA DISIDRATATA

- per la produzione di LATTE DI COCCO E DI PANNA DI COCCO
In genere per ottenere il latte di cocco, in una piccola casseruola, si grattugiano 100 grammi di polpa di cocco essiccata (copra)  o più se si desidera un latte condensato; si aggiungono  250 ml di acqua calda, o di latte o di acqua di cocco. Si copre si lascia in infusione per 30 minuti o comunque fino a raffreddamento. Si filtra  il tutto attraverso un telo pressandolo bene con le mani per ricavarne tutto il liquido possibile.
Se lo lasciamo  riposare più a lungo in superficie si formerà una sorta di panna;  la si può asportare con un cucchiaio  oppure rimescolarla al latte.
- per la produzione di OLIO DI COCCO
In genere l’olio di cocco si estrae mediante pressatura dalla polpa essiccata (copra) e successiva raffinazione. E’ un olio vegetale che contiene circa il 90% di acidi grassi saturi.  Alle nostre temperature si presenta solido o al massimo semifluido, di colore bianco più o meno giallognolo.
Impieghi
INTERNET_noce_di_coppo_-_rotta__copiaLa polpa disidratata si usa soprattutto come ingrediente  in cucina a scopo decorativo o per preparare dei condimenti. Entra anche nella preparazione di un gran numero di piatti, dolci e salati (antipasti, zuppe, piatti principali e dolci).
Il latte ha un  impiego molto vario, analogo a quello vaccino, ed è utilizzato nella cucina indiana  per la preparazione di curry e salse e per la cottura del riso. Si usa inoltre per minestre e marinate, per cuocervi carni, volatili, frutti di mare, umidi, budini e puddinge, oltre che per la preparazione di bevande.
La panna si usa come fondo di cottura per carni e volatili.
L’olio si  presta bene come olio in cucina e per frittura. Grazie alla sua stabilità si ossida lentamente e perciò irrancidisce con difficoltà. Può essere impiegato anche nei dolci. Inoltre è molto utilizzato anche nella industria alimentare, soprattutto in pasticceria e confetteria, per friggere,  e nella industria cosmetica nella produzione di saponi, shampoo, latti detergenti, lozioni e creme.

LA POLPA FRESCA di COCCO
Rappresentata da quella spezzettata che d’estate di solito viene venduta sulle spiagge (cocco bellooooo!) o nei chioschi di bibite. Rappresenta un’ottima fonte di energia e dal punto di vista digestivo viene considerata più tollerabile della frutta secca.

 

VIA DI SENSIBILIZZAZIONE : digestiva

 

PRINCIPALI ALLERGENI IDENTIFICATI (www.allergome.org)

Coc n 2 = vicilina (7S globulina)

Coc n 4 = Legumina o Glicinina-simile chiamata anche Cocosina  (11S globulina)

 

ALLERGENICITA’
Sono stati documentati  rari episodi di reazioni allergiche, anche gravi, per ingestione sia di noce di cocco, sia di latte di cocco sia di olio di cocco.

 

CROSS-REAZIONI
Sono state evidenziate IgE specifiche cross-reattive con la noce e con la nocciola, nonostante che  quest’ultime siano botanicamente distanti tra loro, essendo dicotiledoni, mentre la palma da cocco è una  monocotiledone.


Principali fonti documentali generali in Cultura Allergologica
Alcune fonti documentali specifiche:

Benito C, Gonzalez-Mancebo E, de D, Tolon RM, Fernandez-Rivas M. Identification of a 7S globulin as a novel coconut allergen. Ann Allergy Asthma Immunol 2007;98:580-584
Martin E, Tornero P, De Barrio M, et al. Monosensitization to coconut. J Allergy Clin Immunol 2004:113:S315
Nguyen SA, More DR, Whisman BA, Hagan LL. Cross-reactivity between coconut and hazelnut proteins in a patient with coconut anaphylaxis. Ann Allergy Asthma Immunol 2004;92:281-284
Rosado A, Fernandez-Rivas M, Gonzalez-Mancebo E, et al. Anaphylaxis to coconut. Allergy 2002;57:182-183
Roux KH, Teuber SS, Sathe SK. Tree nut allergens. Int Arch Allergy Immunol 2003;131:234-244
Tella R, Gaig P, Lombardero M, et al. A case of coconut allergy. Allergy 2003;58:825-826
Teuber SS, Peterson WR. Systemic allergic reaction to coconut (Cocos nucifera) in 2 subjects with hypersensitivity to tree nut and demonstration of cross-reactivity to legumin-like seed storage proteins: new coconut and walnut food allergens. J Allergy Clin Immunol 1999;103:1180-5