FRUTTI - CILIEGIA - ALLERGIA ALLA CILIEGIA

ALLERGIA ALLA CILIEGIA

 

Ciliegia - Cherry – Cerise

di Vasco Bordignon

 

  

  

 

01---CILIEGI_IN_FIORE_-_DSCN9993

 

La ciliegia rappresenta il frutto di un albero, il ciliegio, chiamato Prunus avium, pianta probabilmente originaria dell’Asia Minore, diffusa già presso le civiltà antiche egiziane, greche e romane. Gli uccelli ghiotti del frutto hanno contribuito a diffonderlo in tutto il mondo.
Il ciliegio appartiene alla grande famiglia delle Rosaceae  che comprende anche l’albicocco, il melo, il prugno e il pesco.
Bellissimo il paesaggio dei ciliegi in fiori, in particolare nella zona di Marostica, Pianezze e Molvena, ad un quarto d’ora di strada da Bassano del Grappa.

02-CILIEGIE_DI_MAROSTICA_APPESE_ALLA_CORTECCIA_copia

 

Le ciliegie sono delle drupe arrotondate, carnose e succose. Hanno la buccia liscia. Le vediamo alla fine di lunghi e fini peduncoli che si attaccano a gruppi alla corteccia dell’albero.
Esistono ciliegia dolci, acide e selvatiche.
Vedremo in particolare la ciliegia dolce che di norma è di color rosso più o meno scuro. Può essere arrotondata, a cuore o allungata. Le varietà sono oltre 500.

 

 

IMPIEGO
Le ciliegie devono essere raccolte a maturazione, perché dopo che sono state staccate dall’albero non maturano più. 
La ciliegia è ottima cruda, al naturale. Può consumarsi anche cotta, disidratata, candita, in conserva, macerata nell’alcool. Può anche essere distillata.
Viene utilizzata per macedonie, sorbetti, dolci, ecc.

 

 

03---CILIEGIE_DI_MAROSTICA_copia

 

 

PRINCIPALI ALLERGENI  MOLECOLARI (www.allergome.org)

(consultare le singoli relative voci)

 E CROSS-REATTIVITA’

Pru av 1 = proteina Bet v 1-omologa
L’omologia con Bet v 1 è del 67%. Per alcuni autori Prua v 1 è praticamente identica alla Bet v 1. Bet v 1 è un panallergene e cross-reagisce oltre alla Ciliegia, anche con Mela (Mal d 1), con Pera (Pyr c 1), con Sedano (Api g 1), con Pesca (Pru p 1), con Carota (Dau c 1).
Le proteine Bet v 1-omologhe causano principalmente sintomi modesti come quelli della sindrome orale allergica.
Altre proteine Bet v 1-omologhe  si trovano nella Soia (Gly m 4) e nell’Arachide (Ara h 8).

Pru av 2 = proteina taumatino-simile (TLP), anch’essa un panallergene  che si riscontra nella ciliegia e in altri cibi.
Rappresenta la proteina più abbondante nella ciliegia matura. Questa proteina comincia ad accumularsi fin dall’inizio del processo maturativo quando cioè inizia a diventare rossa.
Questa proteina si risconta nella maggior parte dei soggetti allergici alla Ciliegia.
La sequenza aminoacidica di questa proteina della Ciliegia ha evidenziato una elevata omologia con quella dell’Uva e della Mela.

Pru av 3 = proteina LTP (lipid transfer protein)

Tale proteina evidenzia una elevata identità della sequenza aminoacidica con quella della Pesca (Pru p 3 = 88%), con quella della Albicocca (Pru ar 3 = 86%), con quella presente nel Mais (Zea m 14 = 59%). Non ci sono IgE che  cross-reagiscono con polline di Betulla.
Proteine di trasporto lipidico (LTPs) si sono evidenziate nella Noce, nella Arachide, nell’Assenzio selvatico, nella Castagna.
LTP è anche la Vit v 1 nell’Uva, la  Cor a 8 nella Nocciola, la  Mal d 3 nella Mela, la  Lac s 1 nella Lattuga. La LTP della Nocciola ha una identità della sequenza aminoacidica del 59% con quella della Ciliegia.
LTPs sono state riscontrate in Mirtillo, nell’Orzo, nell’Asparago e nella Carota.
Si deve comunque annotare come la sola presenza di una LTP non significhi che ci sia anche una stretta correlazione tra identità delle sequenza aminoacidica e  presenza di una cross-reattività.

Pru av 3 , questa LTP della Ciliegia, ha evidenziato una elevata resistenza alla digestione. Pru av 3 immunologicamente attive sono  ancora presenti dopo 2 ore di digestione peptica, mentre la reattività IgE verso Pru av 1 e Pru av 4 scompaiono in meno di 60 minuti.

Pru av 3 è inoltre stabile alla calore e quindi alla cottura. Non si sono dimostrate differenze tra LTP di sei cultivar di Ciliegia.

LTP si localizza principalmente nella buccia e un peeling chimico ha evidenziato che rimuove con successo Pru av 3.

Per questo allergene è importante la localizzazione geografica dei soggetti: infatti tra i soggetti sensibilizzati all’allergene Pru av 3 si è dimostrata una significativa più elevata incidenza di reazione sistemiche in Spagna, e solo una sindrome allergica orale in Germania.
Perché questa diversa espressione clinica verso questo allergene della Ciliegia?
Si è visto come nei pazienti allergici alla Ciliegia questa proteina LTP sia un allergene maggiore tra i pazienti dell’area mediterranea, mentre questo stesso allergene nei pazienti dell’Europa centrale e del Nord rappresenti un allergene di minor importanza clinica. La differenza sta nella presenza importante nell’Europa Centrale e del Nord di Betulle. Ora la reattività delle IgE verso allergeni alimentari correlati al polline dipende da una primaria sensibilizzazione agli allergeni inalanti, di solito polline di betulla e quindi le IgE cross-reagiscono con gli omologhi allergeni alimentari; mentre una primaria sensibilizzazione alla LTP induce gravi reazione.

Pru av 4 = è una profilina. E’ un panallergene.
Questa proteina viene anche riscontrata in circa il 20% dei soggetti allergici a polline abitanti il Centro Europa. Ma tale sensibilizzazione dipende dall’area geografica: In Svezia e in Finlandia  la riscontriamo sono nel 5-7 % dei soggetti sensibilizzati al polline di Betulla, mentre nell’Eurpoa Centrale e Meridionale la percentuale è del 20-38%.
Inoltre circa il 20% di soggetti spagnoli allergici alla graminacea Erba canina sono sensibilizzati alla profilina, e circa il 42 % di allergici al Sedano lo sono anche alla profilina del Sedano. Ora la sensibilizzazione alla profilina può determinare la cross-reazione con la Ciliegia  e con altri alimenti che contengono profilina, quali Pomodoro (Lyc c 1), Sedano (Api g 4), Ananas (Ana c 1), Banana (Mus xp 1), Carota (Dau c 4), Pera (pyr c 4).
Bisogna però ricordare come questa cross-reazione sia molto variabile, anche perché la profilina è instabile al calore.

 

ALLERGENICITA’

La ciliegia può indurre comunemente sintomi di allergia alimentare nei soggetti sensibilizzati.
Dopo ingestione di Ciliegie possiamo avere un ampio ventaglio di sintomi : da una modesta sindrome orale allergica (SOA), a nausea, vomito, diarrea,.tosse, disfagia, rinite, congiuntivite, angioedema, orticaria, edema laringeo e severa anafilassi.
Abbiamo già considerato come i sintomi della allergia alla Ciliegia siano dipendenti dalla localizzazione geografica (presenza o meno di sensibilizzazione alle Betulle) come pure se predomina una sensibilizzazione verso la proteina Pru av 1  o verso la proteina Pru av 3.
L’allergia ai frutti della Rosaceae in pazienti che non hanno una allergia pollinica correlata evidenzia severe manifestazioni cliniche, e in ciò non sono coinvolte né le profiline né le strutture Bet v-1 omologhe.

 

Principali fonti documentali in Cultura Allergologica

Alcune fonti documentali specifiche:

Asero R, Mistrello G, Roncarolo D, Amato S, et al. Immunological cross-reactivity between lipid transfer proteins from botanically unrelated plant-derived foods: a clinical study. Allergy 2002;57:900-906
Asero R. Detection and clinical characterization of patients with oral allergy syndrome caused by stable allergens in Rosaceae and nuts. Ann Allergy Asthma Immunol 1999;83:377-383
Ballmer-Weber BK, Scheurer S, Fritsche P, Enrique E, et al. Component-resolved diagnosis with recombinant allergens in patients with cherry allergy. J Allergy Clin Immunol 2002;110:167-173
Diaz-Perales A, Lombardero M, Sanchez-Monge R, Garcia-Selles FJ, et al. Lipid-transfer proteins as potential plant panallergens: cross-reactivity among proteins of Artemisia pollen, Castanea nut and Rosaceae fruits, with different IgE-binding capacities. Clin Exp Allergy 2000;30:1403-1410
Eriksson NE, Moller C, Werner S, Magnusson J, et al. Self-reported food hypersensitivity in Sweden, Denmark, Estonia, Lithuania, and Russia. J Investig Allergol Clin Immunol 2004;14:70-79
Eriksson NR, Formgren H, Svenonius E. Food hypersensitivity in patients with pollen allergy. Allergy 1982;37:437-443
Escribano MM, Munoz FJ, Velazouez E, Gonzalez J, Conde J. Anaphylactic reaction caused by cherry ingestion. Allergy 1996;51:756-757
Fernandez Rivas M, van Ree R, Cuevas M. Allergy to Rosaceae fruits without related pollinosis. J Allergy Clin Immunol 1997;100:728-733
Fils-Lycaon BR, Wiersma PA, Eastwell KC, Sautiere P. A cherry protein and its gene, abundantly expressed in ripening fruit, have been identified as thaumatin-like. Plant Physiol 1996;111:269-273
Fuchs HC, Bohle B, Dall’Antonia Y, Radauer C, et al. Natural and recombinant molecules of the cherry allergen Pru av 2 show diverse structural and B cell characteristics but similar T cell reactivity. Clin Exp Allergy 2006;36:359-368
Giannoccaro F, Munno G, Riva G, Pugliese S, et al. Oral allergy syndrome to grapes. Allergy 1998;53:451-452
Hartz C, San Miguel-Moncin MM, Cistero-Bahima A, et al. Molecular characterisation of Lac s 1, the major allergen from lettuce (Lactuca sativa). Mol Immunol 2007;44:2820-2830
Inschlag C, Hoffmann-Sommergruber K, O’Riordain G, et al. Biochemical characterization of Pru a 2, a 23-kD thaumatin-like protein representing a potential major allergen in cherry (Prunus avium). Int Arch Allergy Immunol 1998;116:22-28
Kalogeromitros DC, Makris MP, Gregoriou SG, et al. Grape anaphylaxis: a study of 11 adult onset cases. Allergy Asthma Proc 2005;26:53-58
Neudecker P, Lehmann K, Nerkamp J, Haase T, et al. Mutational epitope analysis of Pru av 1 and Api g 1, the major allergens of cherry (Prunus avium) and celery (Apium graveolens): correlating IgE reactivity with three-dimensional structure. Biochem J 2003;376:97-107
Ortolani C, Ispano M, Pastorello E, Bigi A, Ansaloni R. The oral allergy syndrome. Ann Allergy 1988;61:47-52
Pastorello EA, Farioli L, Pravettoni V, Ortolani C, et al. Identification of grape and wine allergens as an endochitinase 4, a lipid-transfer protein, and a thaumatin. J Allergy Clin Immunol 2003;111:350-359
Pastorello EA, Ortolani C, Farioli L, Pravettoni V, et al. Allergenic cross-reactivity among peach, apricot, plum, and cherry in patients with oral allergy syndrome: an in vivo and in vitro study. J Allergy Clin Immunol 1994;94:699-707
Primavesi L, Brenna OV, Pompei C, Pravettoni V, et al. Influence of cultivar and processing on cherry (Prunus avium) allergenicity. J Agric Food Chem 2006;54:9930-9935
Reuter A, Lidholm J, Andersson K, Ostling J, et al. A critical assessment of allergen component-based in vitro diagnosis in cherry allergy across Europe. Clin Exp Allergy 2006;36:815-823
Rodriguez J, Crespo JF, Lopez-Rubio A, De La Cruz-Bertolo J,  et al. Clinical cross-reactivity among foods of the Rosaceae family. J Allergy Clin Immunol 2000;106:183-189
San Miguel-Moncin M, Krail M, Scheurer S, Enrique E, et al. Lettuce anaphylaxis: identification of a lipid transfer protein as the major allergen. Allergy 2003;58:511-517
Sanchez-Monge R, Lombardero M, Garcia-Selles FJ, Barber D, Salcedo G. Lipid-transfer proteins are relevant allergens in fruit allergy. J Allergy Clin Immunol 1999;103:514-519
Sbornik M, Rakoski J, Mempel M, Ollert M, Ring J. IgE-mediated type-I-allergy against red wine and grapes. Allergy 2007;62(11):1339-1340
Schad SG, Trcka J, Vieths S, Scheurer S, et al. Wine anaphylaxis in a German patient: IgE-mediated allergy against a lipid transfer protein of grapes. Int Arch Allergy Immunol 2005;136:159-164
Scheurer S, Lauer I, Foetisch K, Moncin MS, et al. Strong allergenicity of Pru av 3, the lipid transfer protein from cherry, is related to high stability against thermal processing and digestion. J Allergy Clin Immunol 2004;114:900-907
Scheurer S, Metzner K, Haustein D, Vieths S. Molecular cloning, expression and characterization of Pru a 1, the major cherry allergen. Mol Immunol 1997;34:619-629
Scheurer S, Pastorello EA, Wangorsch A, Kastner M, et al. Recombinant allergens Pru av 1 and Pru av 4 and a newly identified lipid transfer protein in the in vitro diagnosis of cherry allergy.J Allergy Clin Immunol 2001;107:724-731
Scheurer S, Son DY, Boehm M, Karamloo F, et al. Cross-reactivity and epitope analysis of Pru a 1, the major cherry allergen. Molecular Immunol 1999;36:155-167
Van Ree R, Voitenko V, Van Leeuwen WA, Aalberse RC. Profilin is a cross-reactive allergen in pollen and vegetable foods. Int Arch Allergy Immunol 1992;98:97-104
Westphal S, Kempf W, Foetisch K, Retzek M, et al. Tomato profilin Lyc e 1:IgE cross-reactivity and allergenic potency. Allergy 2004;59:526-532
Zuidmeer L, van Leeuwen WA, Kleine B, Cornelissen J, et al. Lipid transfer proteins from fruit: cloning, expression and quantification. Int Arch Allergy Immunol 2005;137:273-281