PREVENZIONE NELLA ALLERGIA AL LATTE VACCINO


LA PREVENZIONE NELLA ALLERGIA AL LATTE VACCINO 

Il latte di mucca come ingrediente si trova in una grande varietà di cibi comunemente consumati. Ne diamo consigli pratici e una lunga serie riportata nel sito della Associazione “Allegria”.

I soggetti a rischio di gravi reaziooni (es. anafilassi) dovrebbero sottoscrivere una assicurazione che preveda assistenza medica all'estero. In alcuni casi, e soprattutto se in viaggio in Paesi in via di sviluppo, è importante poter contare su un intervento di medici di formazione occidentale.

Portare sempre con sè la ADRENALINA INIETTABILE.


-PRECAUZIONI NEI RISTORANTI

I soggetti a rischio di gravi reazioni dovrebbeto frequentare solo locali conosciuti, in cui il personale (cuoco, camerieri) sia in grado di capire bene il vostro problema.

Evitare alimenti molto lavorati che non siano preparabili al momento e secondo le vostre esigenze


-PRECAUZIONI A CASA

Evitare di consumare alimenti già pronti molto ricchi in ingredienti: per es. piatti pronti da scaldare (minestre, pasta ripiena, ecc.), da ricostituire (purea, condimenti, ecc.) o surgelati (carni con contorni, lasagne, pasta ripiena e non, ecc).

Non utilizzare la stessa pentola in cui si sono cucinati alimenti non tollerati: usare possibilmente pentole e pentolini separati (ad es. di colori diversi)

Fare attenzione anche nel lavaggio ed evitare di contaminare un alimento usando posate sporche

Fare attenzione agli alimenti portati da ospiti che non conoscono il vostro problema


Indicazioni riportate in etichetta che possono indicare la presenza di proteine del latte
aroma artificiale di burro, aroma di caramello, aromi naturali, burro, cagliata, caramello (colore), caseinati, caseine, concentrato di sieroproteine, crema, crema di latte in polvere, derivati del latte, E150 (caramello), formaggio, grasso di burro, lattalbumina, latte, latte in polvere, latte pastorizzato, lattoglobulina, lattosio (in alcuni casi), panna, polvere di latte scremato, proteine del latte, siero, siero delattosato, siero demineralizzato, sieroproteine, yoghurt;


Alimenti che possono contenere latte come ingrediente o contaminazione
alcuni prodotti per l’infanzia (minestra, pappe, e altro), alimenti cotti nel burro, besciamella, biscotti, budini, caffè o cappuccini istantanei, caglio, caramelle, carne in scatola, cereali per colazione (in certi tipi), cioccolato al latte, cioccolato fondente (tracce), colorante o aroma di caramello, condimenti per insalata, creme per dolci, creme vegetali, dolci, dolciumi, fette biscottate, formaggi vari, formaggio di soia, frappé, gelati, gomme da masticare (alcune), hot-dogs, insaccati vari, latticini, lattosio (alcuni tipi), maionese, meringhe, muesli, muffins, pane (certi tipi), pastella, piazza bianca e rossa, polveri per bevande frizzanti, preparati per zuppe, prosciutto cotto, pudding, puree istantanee, ragù, ripieni, salsicce, sughi contenenti panna, tisane (alcune), wafer, wurste, yoghurt, zuppe in scatola. 
Come si vede, per un consumatore è evidente la presenza di latte vaccino in vari alimenti, ma  in altri si dovrebbe avere a disposizione  un esperto conoscitore alimentare per prevederne la sua presenza o anche solo sospettarne.